Polo Culturale Pietro Aldi

L’incontro tra Radeztky e Vittorio Emanuele alla cascina di Vignale

Affresco dipinto sulle pareti della Sala del Risorgimento in Palazzo Pubblico di Siena, destinata nel 1878 dal Consiglio Municipale a “consacrare il nome e le gesta del Re liberatore Vittorio Emanuele”.

L’affresco in questione rappresenta l’incontro avvenuto a Vignale presso Novara il 26 marzo 1849 tra il maresciallo Radetzky e Vittorio Emanuele II, re da un solo giorno, per negoziare l’armistizio dopo la sconfitta piemontese a Novara che decretò la fine della prima guerra d’indipendenza.

Pietro Aldi

Pietro Aldi nacque a Manciano (Grosseto) nel 1852. Nel 1864 si iscrisse all’Istituto di Belle Arti di Siena, dove seguì dal 1870 i corsi del Professor Luigi Mussini. Dopo un soggiorno di studi a Venezia e Roma, e dopo aver ottenuto vari riconoscimenti ai concorsi annuali, cominciò a dedicarsi alla pittura murale di intonazione purista (Castello di Brolio, 1872; Cimitero della Misericordia a Siena, 1883) e divenne entro breve un celebre pittore di genere storico letterario, con predilezione per i grandi formati. Nel 1883 presentò alla Mostra Internazionale di Roma Le ultime ore della libertà senese, acquistato per i Musei Capitolini. Dal 1886 al 1887 realizzò, sotto la guida di Mussini, due grandi affreschi per la Sala del Risorgimento in Palazzo Pubblico a Siena. Morì a Manciano nel 1888, stroncato precocemente da una malattia polmonare, mentre preparava un'opera per l'Esposizione universale di Parigi del 1889.